AUTO D'EPOCA

 

Seguita da vari esponenti italiani del settore, comprende presentazione di auto d’epoca tra le più belle italiane e straniere. Alcune con riferimento ad articoli, manifestazioni, indicazioni sul settore. Inoltre  troverete indicazioni di prezzi e  quotazioni per  questo  investimento alternativo.

Inoltre una piccola rubrica dedicata alle corse di auto moderne della categoria CEAT.

 

 

  .

 

 

 

RICORDIAMO  CHE  MOLTI  VIDEO SONO DA NOI PRODOTTI PER ALTRE  EMITTENTI  E QUINDI NON  DISPONIBILI SUL NOSTRO SITO.

CROFGATE ITALIA ALTA COSMESI  PER LA CURA DELL'AUTO  E  DELLA MOTO.

WWW.CROFTGATEITALIA.COM

 

Mob. 339-8515971

Mob. 347-7595105

MILANO AUTOCLASSICA, L’ELEGANTE SALONE DAL RESPIRO INTERNAZIONALE, TORNA A FIERA MILANO PER TUTTI GLI APPASSIONATI DI AUTO STORICHE.

L’EVENTO IN PROGRAMMA DAL 23 AL 25 NOVEMBRE OSPITERÀ ANCHE UNA STRAORDINARIA ASTA DI AUTO SPORTIVE

Ottava edizione di Milano AutoClassica – Salone dell’Auto Classica e Sportiva, in programma a Fiera Milano (Rho) il 23, 24 e 25 novembre 2018 :  La proposta spazia dagli anni ‘20 agli anni ‘90 con una forte presenza di modelli degli anni ’60 e ’70.

L’ASTA CAMBI MILANO-SPORT&RACE CARS
Sabato 24 novembre, un evento straordinario per gli appassionati del settore: l’asta “Milano-RACING & SPORT CARS” a cura della Casa d’aste CAMBI, prima in Italia per fatturato nel 2017. L’asta che attirerà appassionati e curiosi da tutta Europa sarà composta da circa 45 pezzi, tra auto sportive e auto da corsa,  di cui quest’ultime rappresenteranno l’85% delle auto in vendita. Tra queste due splendide auto da corsa esemplare unico, facenti parte della storia contemporanea della Maserati, una GranSport GT3 “Laboratorio” e una GranSport “Trofeo” con specifiche per gare di durata. Queste due vetture della casa del Tridente hanno partecipato nel 2006 alla 24 Ore del Nürburgring, schierate dalla squadra ufficiale “Maserati R&D Factory Team” e per questo meritano dovuta attenzione a fini collezionisti e storici.

 

UNA GRANDE E RICCA ESPOSIZIONE DI MODELLI HERITAGE SENZA ETA’
Il percorso espositivo di Milano AutoClassica punta a valorizzare la memoria storica dei marchi automobilistici presenti con l’heritage dei loro modelli più rappresentativi accanto alle proposte più attuali, riunendo in un unico contesto un numero sempre crescente di collezionisti, appassionati di motori, nonché utenti alla ricerca dell’ultimo modello con cui sostituire la propria vettura. La felice contaminazione tra passato, presente e futuro attrae i cultori dell’automobile di ogni età e tempo, accomunati dalla  medesima passione.

 

LE CASE PARTNER
Tra i marchi più prestigiosi che esporranno i loro modelli su una superficie di 50mila metri quadrati segnaliamo Bentley, BMW Club Italia, Ferrari Classiche, Lotus, McLaren, Musei Ferrari, Pagani ePorsche Classic.

AREA INCONTRI ACI STORICO DI MILANO AUTOCLASSICA
Sede di diversi incontri (convegni, seminari e presentazioni di libri di settore), l’Area Incontri di ACI Storico offrirà un ricco calendario di intrattenimenti nell’ospitalità allestita nel cuore di Milano AutoClassica. Interessante l’appuntamento quotidiano live con Andrea Farina e il suo format “Perché comprarla Classic“, sulla falsariga del programma di successo di Motor1.com Italia, guida all’acquisto dedicata agli appassionati di auto d’epoca e young timer . Nel salotto di Milano AutoClassica il dibattito si animerà appassionatamente grazie all’ offerta di auto storiche da sogno da far entrare nel proprio garage.

 

 

DISPONIBILE  IL  VIDEO  DEL NOSTRO  CONCORSO  DI  ELEGANZA LO  STILE  E  LE  AUTO  DEL  XX SEC.EDIZIONE 2018, SVOLTOSI  A MONZA  PRESSO  LA  VILLA  REALE  IL 19-20 MAGGIO 2018.

IL PRIMO 1000 MIGLIA WARM UP USA TAGLIA IL TRAGUARDO

IN TERRITORIO ITALIANO

L’evento automobilistico più grande al mondo dà il via all’espansione globale

con la prima gara di regolarità negli USA

 

Brescia, 31 Ottobre 2018 – Per la prima volta, la celebre 1000 Miglia ha portato la sua leggendaria gara automobilistica di regolarità su strade aperte al di fuori dei confini italiani, arrivando negli Stati Uniti da giovedì 25 a sabato 27 ottobre.

In collaborazione con l'Ambasciata d'Italia e Historic Vehicle Association (HVA), il 1000 Miglia Warm Up USA ha presentato un assaggio dell’evento che fu definito come "la corsa più bella del mondo." Durante la giornata del sabato, si è svolta la gara di regolarità per auto storiche che ha percorso circa 200 km attraversando alcune delle zone più panoramiche della Virginia, del Maryland e di Washington DC, prima di tagliare finalmente il traguardo a Villa Firenze, la residenza ufficiale dell'Ambasciatore italiano negli Stati Uniti d'America.
 

SFIORATO IL TETTO DEI 120.000 VISITATORI

ALLA 35º EDIZIONE DI AUTO E MOTO D’EPOCA

GRANDI PROGETTI PER IL 2019

 

Grande successo per la kermesse padovana, considerata il più importante evento in Italia e punto di riferimento per appassionati e collezionisti di tutto il mondo. Trend positivo in tutti i settori, dalle case automobilistiche alle auto in vendita, dalla rarità e varietà degli accessori/ricambi ai Club presenti. Salgono a 120.000 i visitatori, con un incremento nelle giornate di giovedì e venerdì. 700 i giornalisti accreditati, il 40% dall’estero. Tantissimi infine i visitatori stranieri, provenienti da più di 40 Paesi nel mondo.

 

Chiude con un consolidamento molto forte nel settore la fiera padovana - ormai considerata da tutti il Salone a cui non mancare - mantenendo così le aspettative della vigilia. “Un salone stupendo” è il commento che risuona nei padiglioni della fiera, con grande soddisfazione di commercianti, collezionisti, case automobilistiche, pubblico e, ovviamente, degli organizzatori.

Il pubblico mantiene il trend positivo, crescendo soprattutto nelle giornate inaugurali: 120.000 i visitatori dentro i padiglioni della fiera e molti i curiosi che hanno visto sfilare le auto e partecipato ai raduni nelle aree esterne alla fiera. Premiata anche quest’anno la scelta di affiancare passato e presente, raccogliendo in un unico sguardo l’evoluzione dell’auto.

 

Aumenta il gradimento delle case automobilistiche presenti, che hanno registrato una partecipazione entusiasta dei numerosi visitatori italiani e stranieri. In risalto anche i modelli Heritage dei club, testimonianza di una passione per sempre più diffusa.

 

Grande soddisfazione anche da parte dei dealer internazionali e commercianti. Volano in alto le automobili sopra i 200.000 euro, una testimonianza della qualità dei collezionisti e compratori presenti ad Auto Moto Epoca e provenienti da tutto il mondo. Trend positivo anche per le auto di fascia media, tra i 20.000 e i 100.000 euro. Continua il trend positivo delle cosiddette Youngtimer, che confermano l’interesse da parte dei giovani, sempre più attivi nel mercato dell’auto d’epoca e del mondo che gli gira intorno.

 

Tra i dealer più importanti d'Europa, grandi affari per la londinese Vintage and Prestige - presente a Padova con una raccolta di Rolls Royce, Bentley, Daimler e Ansaldo tra gli anni ‘20 e ‘30 - e l’austriaca Hödlmayr Classic Car Center. Molto gettonato anche lo stand delle sportive americane Shelby. Ma è stata una bellissima edizione anche per i maggiori commercianti italiani - come Gruppo Promotor, G&T Auto, Ruote da Sogno, Daniele Turrisi, Best Auto – come per le realtà più piccole, come Classic Motor, International Classic e GB Classic, per citarne solo alcuni.

 

Soddisfazione anche da parte dei responsabili di BONHAMS, la prestigiosa casa d’aste inglese tornata a Padova dopo il successo dello scorso anno. L’asta ha totalizzato più di 2.000.000, con in testa la Ferrari 250 GT Serie II Coupé del 1960 venduta a 508.197 euro. “Siamo molto contenti della nostra seconda asta a Padova” ha dichiarato Gregor Wenner, organizzatore di Bonhams. “Ed è stato un grande piacere vedere la sala così gremita, così come l’entusiasmo e la grande partecipazione dei compratori internazionali. I lotti migliori hanno raggiunto dei prezzi importanti che confermano un consolidamento del mercato”.

 

Molti i commenti positivi raccolti tra i padiglioni. Come quello di Adolfo Orsi, uno dei più grandi esperti di Maserati al mondo, che ha presentato presso lo stand ACI Storico la pubblicazione di riferimento nel mondo delle aste internazionali, il Classic Car Auction Yearbook 2017-2018. O Donald Osborne, americano, massima voce nel campo delle auto d’epoca, venuto a Padova per tutti i giorni della manifestazione, anche per cercare spunti per il suo famoso programma “Garage TV” in coppia con Jay Leno: “Essere a Padova per me, come ogni anno, è una cosa speciale. Il tema di quest'anno “la passione dell'auto” è molto importante perché io vivo di questa passione. Al Salone di Padova si respira un’atmosfera magica. Ci sono dei modelli stupendi che coprono tutte le tipologie: le macchine costose come le utilitarie. La creatività, l'ingegno, la cura di queste auto sono il simbolo dello spirito e della passione degli italiani”.

 

L’edizione 2018 ha visto anche per la prima volta a Padova la presenza dei rappresentanti di Pebble Beach, il più importante concorso di eleganza per auto classiche al mondo. Un altro segnale della crescente importanza del Salone sul piano internazionale.

 

ACI e ACI Storico si confermano sempre più partner strategici della Fiera padovana. "Il successo di Auto e Moto d'Epoca lo misuriamo anno per anno non soltanto nel numero dei visitatori - dichiara il Presidente dell'Automobile Club d'Italia, Angelo Sticchi Damiani ma anche nell'interesse sempre crescente per la storia dell'automobile. La grande affluenza di pubblico alle celebrazioni per i 30 anni dalla scomparsa di Enzo Ferrari dimostra quanto la tradizione abbia ancora un grande futuro. Con enorme piacere abbiamo accolto al padiglione 3 migliaia di appassionati di ogni età, che si sono emozionati sfilando tra le 16 vetture schierate nella mostra Rally Italia Experience”.

 

Tutti molto soddisfatti, quindi. E tutti pronti per la prossima edizione della Fiera. Appuntamento dal 24 al 27 ottobre 2019 con grandi novità, come anticipa Mario Carlo Baccaglini, ideatore e organizzatore della manifestazione: “In questi giorni sono venuti visitatori da quaranta paesi di tutto il mondo per conoscere e scoprire il nostro salone e le 5000 auto esposte, un numero che solo pochi possono contare, soprattutto per la varietà. Questo fa di Padova un punto di riferimento mondiale. E di questo siamo molto orgogliosi. Per il 2019 pensiamo di sviluppare “Padova guarda al futuro”, un progetto in accordo con l'Università incentrato su tutte le nuove tecnologie dell’auto e sull’evoluzione della mobilità. L’auto infatti ha un grande futuro, ma solo se mantiene il legame con il passato e i sentimenti delle persone.Persone che vengono a Padova per annusare, sentire e rivedere quelle auto che hanno fatto la storia, creato la passione e fanno ancora oggi battere i cuori. Penso che l'auto d'epoca sia un punto di riferimento per l'auto di oggi e quella di domani. E Padova riesce a tramettere tutte questi valori in maniera unica”.

RICORDIAMO DAL 25 AL 28 OTTOBRE LA CLASSICA FIERA  DI  PADOVA

IL MAUTO ALLA FIERA DI PADOVA
Padova, 25-28 ottobre

Alla fiera AUTO MOTO D’EPOCA che si terrà a Padova dal 25 al 28 ottobre, il Mauto sarà presente con tre vetture molto speciali della propria collezione.
La
Peugeot Tipo 3 del 1892, prima vettura circolante in Italia, sarà esposta presso lo stand di Historic Club Schio; in quello di Adrenaline 24h troverete invece la Cisitalia 202 SMM Nuvolari, spider intitolato al grande pilota mantovano che lo guidò nella Mille Miglia del 1947 e la OM 469 N, che vinse nella categoria 1500 la Coppa delle Alpi e i circuiti del Garda e del Mugello durante la stagione sportiva 1922.


PRESENTAZIONE  1000MIGLIA 2019.

E’ stata presentata alla stampa martedì 9 Ottobre u.s. la 37° rievocazione della Freccia Rossa, che  partirà il 15 Maggio  2019 per concludersi  il sabato 18 Maggio.

Partenza quindi mercoledì alle  h.15 da Cso.Venezia per  raggiungere Desenzano,Sirmione Valeggio sul Mincio,Mantova,Ferrara,Comacchio e  Ravenna per  concludere  la  prima  tappa a Cervia-Milano MARITTIMA.

Giovedì 16 Cesenatico,Senigalia,Assisi, fina  a Roma.

Venerdì 17 la  risalita verso Viterbo, Siena,Pistoia con  tappa  a  Bologna.

Sabato 18 partenza verso Modena,Parma,Montichiari,Travagliati per  finire  a  Brescia.

Come  evidenziato,  non  toccherà  Milano  e l’autodromo  di  Monza.

Nuova caratteristica  dell’edizione 2019, la  diminuzione  delle  macchine ammesse  da  460 circa a 430 che,   saranno  poi  nei prossimi  anni  ancora  ridotte.

Quota  iscrizione  invariata  a  EUR.8000+IVA.

Novità la  quota  Gold a Eur. 1000 comprensiva di ospitalità per  6 notti e  della  quota Platinum a

Eur.50.000 comprensiva di  partecipazione alla  gara in  formula Guest Car e  ospitabilità fino a  6 conduttori e  accettazione  della  macchina automatica  previa  iscrizione  al  Registro 1000 MIGLIA.

Nulla  di  cambiato  nella  selezione  auto  che  dovranno  essere  in possesso  dei  requisiti o Fiche  ACI-CSAI, o http FIA, o ID FIVA. Operativo  il  registro 100Miglia  la  cui  registrazione  diventerà obbligatoria  nei  prossimi anni.

Presentato  poi  il  nuovo CDA.   composto da Alice  Mangiavini breciana  e  commercialista, Maurizio Arrivabene  anch’egli  bresciano e dopo  vari  incarichi Managing Director di  Ferrari Gestione  Sportiva e del  Principal Team della  Scuderia Ferrari.

Matteo Marzotto figlio  di Matteo corridore  della  prestigiosa  gara dal 1948.

Ricopre  inoltre molte  cariche  tra  le  quali  membro nel  consiglio  di  amministrazione di Morellato e notevole  esperienza  nei  Brand  della  moda.

 

Tra  le  novità l’apertura  a  nuovi  sponsor  tra  cui Vredestein, Deutshe Banck.

CHIUSA LA TRENTASEIESIMA RIEVOCAZIONE STORICA  CON GRANDE SUCCESSO
 VINCITORI DELL 1000 MIGLIA 2018 LA COPPIA ARGENTINA TONCONOGY-RUFFINI.
 Juan Tonconogy e Barbara Ruffini  i campioni della 1000 Miglia 2018. L’equipaggio argentino, numero 85, a bordo dell’Alfa Romeo 6C 1500 GS “Testa Fissa” del 1933, ha sbaragliato la concorrenza tagliando nel pomeriggio il traguardo di Viale Venezia a Brescia con un attivo di 74108 punti.

In seconda posizione si piazzano Giovanni Moceri e Daniele Bonetti sull’Alfa Romeo 65 1500 SS del 1928 con 73714 punti. Al terzo posto i campioni uscenti bresciani Andrea Vesco e Andrea Guerini, a bordo dell’Alfa Romeo 6C 1750 Zagato del 1929 con 73327 punti.
Per la coppia Tonconogy-Ruffini si tratta della terza vittoria della “corsa più bella del mondo”, dopo i successi conquistati nel 2013 e nel 2015.(CFR.Ufficio  Stampa 1000MIGLIA) 

La terza tappa della 1000 Miglia è iniziata: i bolidi della Freccia Rossa hanno lasciato Roma alle 6:30 per dirigersi verso Parma, città di eccellenze enogastronomiche, dove faranno il loro arrivo alle 21:15.

Dopo l’ultima prova di precisione di ieri sera, la numero 64 - Baschi 10, si piazzano in vetta alla classifica, con 41803 punti, Juan Tonconogy e Barbara Ruffini a bordo dell’Alfa Romeo 6C 1500 GS “Testa Fissa” del 1933. Gli argentini superano pertanto Andrea Vesco e Andrea Guerini che, con 41376 punti, sull’Alfa Romeo 6C 1750 SS Zagato del 1929 occupano così la seconda posizione. A seguire Andrea Belometti e Doriano Vavassori, con 41153 punti, a bordo della Lancia Lambda VIII serie Casaro del 1929.

Relativamente alla classifica, prosegue tra i favoriti il testa a testa per la lotta al vertice. A giocarsela gli argentini Juan Tonconogy e Barbara Ruffini con l’Alfa Romeo 6C 1500 GS “Testa Fissa” del 1933; i campioni uscenti 2016 e 2017, i bresciani Andrea Vesco e Andrea Guerini a bordo dell’Alfa Romeo 6C 1750 SS Zagato del 1929; Giovanni Moceri e Daniele Bonetti con l’Alfa Romeo 6C 1500 SS del 1928; Andrea Belometti e Doriano Vavassori con la Lancia Lambda VIII serie Casaro del 1929; Gianmario Fontanella e Anna Maria Covelli con la Lancia Lambda VII serie Casaro del 1927.(CFR.1000MIGLIA)

Concluso l’intermezzo di Monteriggioni, gli equipaggi della 1000 Miglia 2018 stanno proseguendo la corsa dì regolarità in direzione Parma, dove stasera, alle 21:15, faranno il loro arrivo per concludere la terza tappa. La trentaseiesima edizione della rievocazione storica della Freccia Rossa, partita questa mattina da Roma, ha attraversato nel pomeriggio il cuore della Toscana, con i borghi antichi di Poggibonsi e San Miniato. Alle Mura di Lucca, patrimonio storico e artistico di valore inestimabile, folta la presenza del pubblico, come nel centro della città. Le vetture d’epoca sono poi risalite verso Pietrasanta. Poco dopo le 18, i gioielli a quattro ruote del “museo viaggiante”, toccheranno la Liguria con il passaggio a Sarzana e si dirigeranno in seguito verso il Passo della Cisa, attraverso lo storico tratto dell’edizione del 1949, da poco ripristinato nell’antica strada.

 In serata nella città ducale, il percorso, giunto alla quarta edizione, toccherà i luoghi più rappresentativi del centro storico, arricchiti da momenti di animazione in Piazza Duomo e al Teatro Regio.

Il Comune di Parma e Fiere di Parma daranno forma, insieme, a un'esperienza magica in cui tradizione culinaria e passione per i motori convergeranno, sorprendendo appassionati e curiosi.(CFR.1000MIGLIA)

 

1000 MIGLIA ARRIVATA IN SERATA A ROMA.
LOTTA SERRATA AL VERTICE CON VESCO E

GUERINI ANCORA TRA I FAVORITILe vetture d’epoca hanno superato Amelia e ora si stanno dirigendo verso Roma, dove alle 20.15 saranno attese dai cittadini della Capitale per il taglio del traguardo e la seguente sfilata in via Veneto e tra gli affascinanti monumenti romani. La corsa di regolarità si sta svolgendo al meglio, nonostante la pioggia abbia caratterizzato alcuni tratti dal cuore della Toscana verso sud ma senza condizionare la competizione e la costante presenza di migliaia di donne, uomini e bambini ai bordi delle strade.

INIZIATE  OGGI LUNEDI' 14 MAGGIO 2018 LE VERIFICHE  TECNICHE  DELLA  1000MIGLIA CHE  CONTINUERANNO  DOMANI, POI  MERCOLEDI' 16 LA  PUNZONOTARA  E  LA PARTENZA  DA  CORSO  VENEZIA  NEL PRIMO POMERIGGIO. COME  SEMPRE  SAREMO PRESENTI CON  IL  NOSTRO STAFF  VIDEO.

SI  E'  CONCLUSA  CON  LO STESSO  ENTUSIASMO  DELL'ANNO SCORSO  LA  FIERA DI  VERONA .RICALCATO  IL  COPIONE  DELLE  FIERE  DI  AUTO  D'EPOCA  GRANDE PATRIMONIO  ITALIANO, SUL  TARGET  CONSUETO  PADIGLIONI  INTERNI  TRA  AUTO  E  RICAMBI, ED ALL'ESTERNO  PICCOLA  PISTA  CHE  CHIAMA  GRANDI PILOTI  DEL PASSATO  SULLE  PRESTIGIOSE  AUTO  CHE  HANNO  FATTO  LA  STORIA  DELLE  CORSE .RICORDIAMO  LE  LANCIA  VINSERO  DI TUTTO  E  DI PIU' NELLE  CORSE  RALLY E  NESSUNO  LE  HA  MAI  RAGGIUNTE..DISPONIBILE  COME  SEMPRE  IL  NOSTRO  VIDEO.

MAGGIO MESE  RICCO  DI  EVENTI .

RICORDIAMO DAL 3 AL 6  "VERONA  LEGEND CARS" IL CONSUETO  APPUNTAMENTO ALLA  FIERA  DI  VERONA.

 

SEGUE  POI  LA  CLASSICA  MILLE  MIGLIA IL 16-19.

 

RICORDIAMO IL 19-20 LA 4° EDIZIONE "LE AUTO,ELEGANZA E  STILE  DEL XX SEC." VILLA  REALE  MONZA. (APERTE  ISCRIZIONI.)

Download
PROGRAMMA E SCHEDA ISCRIZIONE CONCORSO DI ELEGANZA VILLA REALE MONZA 19-20 MAGGIO 2018.
Programma 4° CONCORSO ELEGANZA ANNO 2018
Documento Microsoft Word 2.5 MB



START 1000MIGLIA 2018.

Saranno 440 le vetture ammesse alla corsa

Prenderà il via mercoledì 16 maggio 2018 la trentaseiesima edizione della rievocazione della Mille Miglia.

Il classico percorso verso Roma e ritorno terminerà a Brescia il sabato con tappe a Cervia-Milano Marittima,

Roma e Parma.

Quattro giorni di viaggio attraverso l’Italia più bella: passaggi nelle tradizionali località della Corsa originaria.

Quindi  mercoledì 16 maggio 2018  prenderà il via nel  primo pomeriggio la trentaseiesima rievocazione della Freccia Rossa rievocativa.

La data, come da tradizione, anticipa di una settimana il Gran Premio di Monaco di Formula Uno.

Rispettando la tradizione nata nel 1927, il percorso prenderà il via e terminerà a Brescia, attraversando

mezza Italia prima e dopo il giro di boa a Roma.

Ogni anno, il percorso subisce modifiche allo scopo di tornare a far transitare la Mille Miglia in località

nelle quali era assente da qualche anno: nel 2018, proseguendo con la medesima filosofia, sono state

apportate alcune variazioni al tracciato.

Come avviene dal 2016, la Mille Miglia sarà disputata in quattro tappe per altrettante giornate ma,

importante novità del 2018, la corsa - anziché il giovedì - prenderà il via un giorno prima, mercoledì 16, e

tornerà in Viale Venezia nel pomeriggio di sabato 19 maggio.

Poco più tardi, sul palco di Piazza della Loggia, la premiazione del vincitore della gara darà il via alla

lunga Notte della Mille Miglia.

La prima tappa, con partenza nel primo pomeriggio di mercoledì 16 maggio, dopo il passaggio a

Desenzano e Sirmione, al Parco Sigurtà di Valeggio Sul Mincio e a Mantova, Ferrara e Comacchio, si

concluderà a Cervia-Milano Marittima.

Il giorno dopo, giovedì 17 maggio, dopo i passaggi a Pesaro e nella Repubblica di San Marino e

l’attraversamento di magnifiche località come Arezzo, Cortona e Orvieto, la seconda tappa porterà i

concorrenti a Roma, per la consueta passerella notturna nell’Urbe, tanto gradita dai concorrenti e dal

pubblico.

Venerdì 18, il percorso dalla capitale resterà pressoché invariato fino a Siena.

Tra le novità dell’edizione 2018, ci saranno il passaggio a Lucca e lungo la Versilia. Terminati i lavori di

ripristino dell’antica strada, la Mille Miglia potrà finalmente percorrere il tratto dell’edizione del 1949, tra

Sarzana e il Passo della Cisa.

Comprese le edizioni rievocative, il 1949 fu l’unico anno nel quale la Freccia Rossa valicò la Cisa: quello

del 2018 anno sarà quindi un ritorno atteso 59 anni.

La terza tappa sarà conclusa nuovamente a Parma, che gli scorsi anni ha sempre riservato

un’entusiastica accoglienza alla Freccia Rossa: da qui, il sabato mattina, la carovana si rimetterà in viaggio

verso Brescia,

Risalendo  la  Freccia Rossa attraverserà Lodi, proseguendo verso Monza poi Bergaamo e Brescia.

Preso atto dell’estremo gradimento sia degli equipaggi sia del foltissimo pubblico, la Mille Miglia

tornerà a disputare alcune prove all’interno dell’Autodromo Nazionale di Monza.

44 i Paesi di provenienza delle richieste di partecipazione mentre gli equipaggi accettati provengono

da 36 Nazioni di tutto il mondo.

Il Paese più rappresentato continua ad essere l’Italia con 405 domande di partecipazione e 254 equipaggi

accettati, 28% del totale.

L’Olanda si conferma al secondo posto, con 199 domande e 127 accettati, seguita da Germania (147

domande, 74 accettati) e Regno Unito (109 domande, 62 accettati).

Crescono ancora le partecipazioni del Belgio (85 richieste, 54 accettati), degli Stati Uniti d’America (71

richieste, 51 accettati) e degli appassionati Giapponesi (29 richieste, 26 accettati).

La casa automobilistica più rappresentata è Alfa Romeo con 47 vetture, a seguire Fiat con 42, Jaguar con 34 e  mercedes  benz con 33 Ricordiamo  sempre  importanti i due eventi collaterali riservati a 130 vetture moderne: il Ferrari Tribute to 1000 Miglia e il Mercedes Benz 1000 Miglia Challenge.Importante  l'ultima  novità la Freccia Rossa apparirà anche in due altri eventi: 1000 Miglia Green, riservata a vetture a propulsione elettrica, e Coppa delle Alpi by 1000 Miglia, che contribuirà al processo di internazionalizzazione della della Freccia Rossa, attraversando - nel periodo invernale - i quattro Paesi sui due fronti dell’arco alpino. 1000 Miglia Srl e l’Automobile Club di Brescia non saranno soli: grazie a recenti accordi, la potremo contare sul sostegno delle più importanti realtà automobilistiche italiane, quali ACI Sport e l’Automobile Club Storico Italiano, oltre - a livello internazionale - FIA e FIVA»

Indiscusse le  vittorie delle  Alfa  Romeo  nella  corsa  originaria, ben 11 tra  il  1928 e 1957.Questa  la  ragione  del  tributo  con  il passaggio di  questa  edizionde  al  “Museo  Storico  Alfa  Romeo.

 

Presenti  al  via alcune  chicche quali l’Alfa Romeo 6C 1500 SS, la 6C 1750 GS, la 1900 SS appartenenti  alla  collezione FCA (FIAT)  Heritage..Al  loro  fianco ben 30 esemplari  tra Giulia  e  Stelvio  che  parteciparono  alla  corsa  originaria.

 

Proprio  con la  6C 1500 Super  Sport, capolavoro  di Vittorio  Jano, Campari  e  Ramponi  nel 1928 giunsero  primi  al  traguardo  con  una  media di 84 KM.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


DISPONIBILE LA 1° PARTE DEL  VIDEO SU AUTOMOTORETRO' 2018 CON  ALCUNE  PRESTIGIOSE  AUTO  ILLUSTRATE  DAL  DR.FRANCO  RONCHI.

88° SALONE INTERNAZIONALE DI GINEVRA:
TOURING SUPERLEGGERA PRESENTA
TOURING Sciàdipersia

 

  • Touring Sciàdipersia, elogio al viaggio, l’atmosfera dell’Orient Express su quattro ruote
     
  • Touring protagonista nel mercato delle auto di lusso, ancora una volta sorprende con una nuova visione di Gran Turismo
     
  • Sciàdipersia prevista in soli 10 esemplari, si ispira ad un’icona del passato Touring Superleggera
     
  • L’incredibile superficie vetrata posteriore rende omaggio al passeggero, esaltando l’anima routière di Sciàdipersia
     

Touring presenta al Salone dell'Auto di Ginevra una nuova fuoriserie in produzione limitata, innovativa interpretazione dell’idea di Gran Turismo: una vettura pensata per lunghi tragitti, in cui se il pilota resta protagonista indiscusso dell'avventura, eguale attenzione è dedicata alle emozioni dei passeggeri.

Touring Superleggera si conferma vestale del design italiano presentando una vettura possente nelle dimensioni, dove la maestria della lavorazione artigianale e un design perfetto riescono ad alleggerirne le sembianze fino a renderla eterea e filante.

 

Sciàdipersia è una fuoriserie a quattro veri posti, sarà prodotta in soli dieci esemplari, destinata ai collezionisti più esigenti, è la materializzazione del lusso, del saper godere un bene prezioso: il tempo.
Tempo da dedicare al viaggio e a se stessi, assaporando lo scorrere del panorama intorno a sé. 

CONCLUSASI CON  GRANDE  PARTECIPAZIONE  DI  PUBBLICO  LA  FIERA  DI  TORINO  AUTOMOTORETRO' RICORDIAMO  L'ASTA  DELLA  COLLEZIONE  BERTONE. A  BREVE  DISPONIBILE  COME  SEMPRE  IL  CONSUETO  VIDEO.

APERTURA  DAL 1 FEBBRAIO H.15 ALLA DOMENICA 4 FEBBRAIO CON  ORARIO 9-19. FIERA  AUTOMOTORETRO' TORINO.

OPEN DOMANI 26 OTTOBRE FINO  AL 29 LA  PRESTIGIOSA  FIERA PADOVA.SEGUIRA' IL  CONSUETO SERVIZIO CON RELATIVO VIDEO.

CERIMONIA D’INAUGURAZIONE dell’edizione 2017 di AUTO MOTO D’EPOCA -FIERA  PADOVA

ore 11:30 – stand ACI – PAD 3

PREMIAZIONE III CONCORSO RESTAURO PORSCHE CLASSIC

ore 12:15 - stand Porsche – PAD 4

IL MERCATO DELLE AUTO D'EPOCA ONLINE

Gli esperti Catawiki di auto classiche parleranno dei trend delle auto più vendute e in che paesi: opportunità

per chi vuole avvicinarsi al mercato online

ore 12:30 stand ACI – PAD 3

RUOTE DA SOGNO

Presentazione alla stampa

ore 13:00 stand Ruote da sogno – PAD 5B

RUOTECLASSICHE “GUIDA AL MERCATO”

Per i 30 anni un nuovo sistema di valutazione delle auto storiche

ore 14:00 stand ACI – PAD 3

INCONTRO CON LE CASE COSTRUTTRICI PRESENTI AD AME 2017

Heritage e futuro: il valore della storia incide sul mercato attuale e i suoi cambiamenti ? Fotografia,

prospettiva ed evoluzione del settore Heritage nei prossimi anni.

ore 15:00 stand ACI – PAD 3

PRESENTAZIONE PROGETTO

“Volandia e la collezione Asi Bertone”

ore 15,30 stand ASI, PAD 4

DIMOSTRAZIONE

Dimostrazione di tecniche di restauro con CNA

Ore 15.30 Galleria 78

PRESENTAZIONE MY FIRST CLASSIC - SHARE YOUR PASSION

Nasce la prima community dedicata ai giovani che vogliono avvicinarsi al mondo dell’auto attraverso la

passione per l’auto classica

ore 16:00 stand ACI, PAD 3

WORKSHOP

“L’IMPORTANZA DELLA FORMAZIONE AL RESTAURO”

con Sergio Schiavon e Nicola Verdicchio sull’esperienza dell’ACCADEMIA DEL RESTAURO DI PADOVA.

                                                   GO  ON 1000MIGLIA 2018..

Partita oggi la  conferenza  stampa  di  presentazione della 36° edizione della  1000MIGLIA  non  agomistica, presentazione  per  la  prima  volta  con  traduzione  simultanea  in  inglese. Presenti  come  sempre  il  Sindaco  di  Brescia, l'amministratore  delegato  1000MIGLIA  SRL.Presidente  ACI  STORICO  Brescia.

Le noviltà  di rilievo  presentate  sono  la  tappa  Cervia -Milano  Marittima, e  la  partenza  anticipata a  Mercoled' 16 Maggio 2018, con  termine  il  Sabato 19 Maggio. Le  tappe  3  di  cui  la  prima Desenzano, Mantova ,Ferrara  Cervia.La  seconda  toccherà Pesaro,Arezzo ,Roma. La  terza  Siena, Lucca ,  il passo  della Cisa , Parma. Il  sabato  vedrà i  concorrenti  giungere  a  Brescia  primo  equipaggio  verso  le  h.16. Seguirà poi  la  notte  bianca  a  Brescia  dopo  la  premiazione  questa  volta in  Piazza  Della  Loggia. L'impronta  di  questa  edizione  sarà  quindi  l'avvicinare  ancor  di più  la  gente  alla  corsa  ed  alle  macchine. Un'occasione  inoltre  per  far  conoscere  il  paese  e  le  sue  tradizioni  ed il  cibo  al 70 %  DEI  PARTECIPANTI  CHE  SARANNO  STRANIERI. Ricordiamo  le  macchine  ammesse  saranno 440 e  dovranno  essere  in possesso  dei  soliti  requisiti,Fiche  ACI -CSAI, HTP- FIA /ID  FIVA.

L'apertura  delle  iscrizione  è  fissato  per  il 24 Ottobre  con  chiusura  il 4 Gennaio 2018.

Seguiranno  altre  più prescise  informazioni.

DISPONIBILE  LA  SECONDA  PARTE  DEL  3° CONCORSO "AUTO,  ELEGANZA  E  STILE  DEL XX SECOLO"

RICORDIAMO  SABATO  E  DOMENICA 9-10 SETTEMBRE  MANIFESTAZIONE  A MARANELLO E  SABATO  A MILANO (C.SO SEMPIONE)70 ANNI FERRARI. AUGURI

Forza Ferrari! Inaugural Salon Privé Concours Masters a resounding success

  • Salon Privé, first event in the world to hold two Concours
  • Over 3,000 people attended the inaugural Concours Masters ‘Tribute to 70 Years of Ferrari’, while 7,000 VIP guests visited Salon Privé over three days
  • Ex-Walt Disney 1956 Ferrari 250 GT Berlinetta TdF crowned Owner’s Choice, with 2004 Ferrari Enzo taking home Chairman’s Award
  • V12-powered 1961 Ferrari 400 Superamerica SWB Coupe Aerodinamico presented with Marquis of Blandford Award, while 1964 Ferrari 500 Superfast takes People’s Choice
  • Full list of winners below, with organisers soon to announce next year’s Concours Masters theme

High-resolution images available to download here

Setting its place in classic car history, Salon Privé became the first of its kind to run two completely separate Concours celebrations within the same event. Taking place on Saturday 2nd September, two days after the long-standing and revered Chubb Insurance Concours d’Elégance, the inaugural Concours Masters event played tribute to Ferrari’s 70th year.

Concours Masters from above

With over 50 of Maranello’s finest lining up on the prestigious lawns of Blenheim Palace last weekend, the first Concours Masters was a brand-new take on the traditional Concours. A new fixture for 2017, and designed to add an exciting dimension to the Salon Privé celebrations, each year will focus on the anniversary of an historic automotive marque or a particular coachbuilder.

1956 Ferrari 250 GT Berlinetta TdF

A more relaxed version of a traditionally-judged Concours, the overall Owner’s Choice Award was presented to the ex-Walt Disney 1956 Ferrari 250 GT Berlinetta 'Tour de France' by Carrozzeria Scaglietti. The very first of the second series 14-louvre design, it featured in the Hollywood Classic, The Love Bug and won the hearts of the judges with its full Ferrari Classiche certification and simply stunning period-correct condition.

1953 Ferrari 250 Inter-Europa Coupe by Vignale

Running a very close second was the 1953 Ferrari 250 Inter-Europa Coupe by Vignale. One of four bodied by Vignale and being just 22 first-series 250 Europas, it’s one of the rarest road-going Fifties Ferraris ever made. Receiving a runner-up Owner’s Choice Award, this special Ferrari also took home the Best Interior Pre-1970 Award and a trophy for Outstanding Coachwork.

1961 Ferrari 400 Superamerica SWB Coupe Aerodinamico

Meanwhile, the Ladies’ Choice from Saturday’s event was the stylish 1952 Ferrari 342 America and Salon Privé Managing Director & Concours Chairman, Andrew Bagley, presented an immaculate 2004 Ferrari Enzo with the Chairman's Award during Saturday’s celebrations. Other top tier award winners included one of 17 1961 Ferrari 400 Superamerica SWB Coupe Aerodinamico models ever built, which is regarded by enthusiasts to be the finest restored example in existence, which rightfully took home the Marquis of Blandford Award. With over 3,000 guests attending the inaugural Concours Masters ‘Tribute to 70 Years of Ferrari’, the People’s Choice trophy was awarded to an immaculate 1964 Ferrari 500 Superfast.

2004 Ferrari Enzo

“Making our place in Concours history, this year’s inaugural Concours Masters event paid tribute to one of the most important sports car manufacturers in the world – Ferrari. I am indebted to the amazing Salon Privé team, Chubb Insurance our sponsor once again, the wonderful owners of these magnificent Ferraris, all of which have travelled from around the world and, most importantly, the Marlborough family and Blenheim Palace for helping make the event such a success,” said Salon Privé Managing Director & Concours Chairman, Andrew Bagley.

“Realising a dream that we had many years ago to hold two Concours during one event, I am delighted to have been able to recognise some of the most precious and historically important Ferraris with awards last weekend. A highlight was the two book ends of Ferraris; from the 1949 Ferrari 166 Inter Coupe – the oldest-surviving UK-based Ferrari – to the latest Ferrari LaFerrari Aperta.”

Guests to the glitzy Gala Dinner, held within Blenheim Palace’s Great Hall, were treated to a talk by five-time Le Mans winner Derek Bell, who discussed ‘My time with Enzo’ at the Dick Lovett/Ferrari Financial Services sponsored evening event.

2017 Concours Masters ‘Tribute to 70 Years of Ferrari’ results:

Owner's Choice 1956 Ferrari 250 GT Berlinetta TdF

Owner's Choice Runner-up 1953 Ferrari 250 Inter-Europa Vignale Coupe

Ladies' Choice 1952 Ferrari 342 America

Chairman's Award 2004 Ferrari Enzo

Marquis of Blandford Award 1961 Ferrari 400 Superamerica SWB Coupe Aerodinamico

People's Choice 1964 Ferrari 500 Superfast

Survival of the Fittest 1949 Ferrari 166 Inter Coupe

Most Sensitive Restoration 1971 Dino 246 GT

Piu Elegante '50s 1958 Ferrari 250 GT LWB California Spider

Piu Elegante '60s 1961 Ferrari 400 Superamerica SWB Coupe Aerodinamico

Piu Elegante '70s 1974 Ferrari 365 GT4 Berlinetta Boxer

Passione Award 1971 Dino 246 GT

Most Exciting Design 2016 Ferrari LaFerrari Aperta

Best Interior Pre 1970 1953 Ferrari 250 Inter-Europa Vignale Coupe

Best Interior Pre 2000 1974 Ferrari 365 GT4 Berlinetta Boxer

Best Interior Post 2000 2015 Ferrari 458 Speciale Tailor-Made

Spirito Award 1972 Ferrari 365 GTB4/C Daytona Competition

Sinfonia Award 2004 Ferrari 575M GTC

Best Competition Car 1972 Ferrari 365 GTB4/C Daytona Competition

Best Challenge Car 2017 Ferrari 488 Challenge

Outstanding 4-Cylinder 1956 Ferrari 500 TR

Outstanding 6-Cylinder 1974 Ferrari Dino 246 GTS

Outstanding 8-Cylinder 1990 Ferrari F40 GT

Outstanding 12-Cylinder 1962 Ferrari 250 GT SWB Berlinetta

Wind in Your Hair Pre 1970 1966 Ferrari 365 California

Wind in Your Hair Post 1970 1997 Ferrari F355 Spider

Outstanding Coachwork 1953 Ferrari Inter-Europa Vignale Coupe

Best Supercar Award 1996 Ferrari F50

Best Hypercar Award 2015 Ferrari LaFerrari

Streamlining Award 1963 Ferrari 250 GT Lusso

La Dolce Vita Award 1961 Ferrari 250 GT SWB California Spider

Spirit of Racing 1991 Ferrari 642 F1

ENDS

 

FINALMENTE DISPONIBILI I  VIDEO  DEL 3°CONCORSO  DI -LE  AUTO"ELEGANZA E  STILE DEL XX SEC.-

CON  L'ARRIVO  A  BRESCIA DOMENICA 21 MAGGIO SI  CONCLUDE  LA 90° 1000Miglia. DATATA 2017.

Vincono  una  1000Miglia  difficile  e d in  parte  sotto  la  pioggia l'’equipaggio numero 74  Andrea Vesco, 29 anni di Sarezzo (Val Trompia BS) e Andrea Guerini, 38 anni di Marcheno (BS) a bordo di un’Alfa Romeo 6C 1750 Gran Sport del 1931 già vincitori  della  scorsa  edizione. Accolta da una folla di appassionati giunti da ogni parte d’Italia, ha  visto l’Alfa Romeo  ancora  vincitrice  come nella  vittoria  della  corsa  di  velocità nel lontano1933, edizione vinta dal grande fuoriclasse del volante Tazio Nuvolari. Al secondo posto Luca Patron (Vicenza) e Massimo Casale (equipaggio numero 5) a bordo di una O.M. 665 Sport Superba 2000 del 1925 che ha sfidato i vincitori con un testa a testa durato fino alla fine, poco più di mille i punti di scarto. Luca Patron si è classificato secondo anche lo scorso anno. Completa il podio, l’equipaggio dei coniugi mantovani Giordano Mozzi e Stefania Biacca a bordo di una Alfa Romeo 6C 1500 GS Zagato che sono rimasti indietro di circa 2000 punti dal vincitore. La coppia lombarda aveva vinto le edizioni 2011 e 2014 della Freccia Rossa. Gran fermento  per l'Argentina  che  ha  visto  nella classifica finale  ben  quattro  equipaggi..La  Coppa  delle  Dame  va  invece  a Maria e Luigia Gaburri come  primo equipaggio femminile della classifica finale  rispettivamente figlia e moglie di Roberto Gaburri, fondatore e primo presidente di 1000 Miglia srl (società organizzatrice della gara) scomparso lo scorso anno. Le vincitrici guidavano una Abarth 750 GT Zagato del 1957 col numero 414.

Finisce  così dopo  4 giorni di guida con tanto sole ma anche tranta pioggia, 40 ore al volante con brevissime pause per il pranzo, 200 comuni attraversati, 7 regioni e la Repubblica di San Marino. Molti  i  ritire una  sessantina, per  cause  varie, tra  cui  il  mitico  Pilota  italiano  Arturo Merzario acclamato  all’arrivo di Brescia con  la  vettura  spinta sul palco. 

 

COMUNICATO  STAMPA 1000Miglia.

Parma, 20 maggio 2017 -P Alla fine della terza tappa della Mille Miglia 2017 si profila una lotta a due per la vittoria finale tra i bresciani Andrea Vesco e Andrea Guerrini, a bordo di una Alfa Romeo 6C 1750 GS del 1931, e il vicentino Luca Patron che insieme a Massimo Casale viaggia su una OM 665 Suberba 2000. Poco più di 300 punti separano al momento i due equipaggi. Al terzo posto più staccati i mantovani Giordano Mozzi e Stefania Biacca al volante di una Alfa Romeo 6C 1500 GS Zagato. L'argentino Juan Tonconogy, vincitore di due edizioni della Mille Miglia, in coppia con il connazionale Guillermo Berisso su Bugatti Type 40 del 1927, è quarto. La carovana, arrivata a Parma, era partita stamattina dalla Capitale sotto la pioggia incontrando poi il sole in Toscana con l’emozionante e caldo abbraccio del pubblico nel passaggio a San Miniato e nella piazza del Campo di Siena fino a Montecatini dove sono arrivati i temporali. Proprio la pioggia ha causato, fin dal mattino, il ritiro di oltre 40 equipaggi, fra cui alcuni concorrenti dati alla vigilia tra i favoriti: come il palermitano Giovanni Moceri insieme a Daniele Bonetti costretto alla resa dopo i problemi accusati ieri dalla sua Alfa Romeo 6C 1750 GS del 1930 o come la coppia al femminile Silvia Marini e Saskia Stöckelmann su Bugatti Type 23 del 1920, vincitrici della 2 anni. A dare forfait è stato anche l’ex pilota di F1 Arturo Merzario, che benché ritirato si è presentato al traguardo di Parma dove è stato acclamato dal pubblico. Domani gli ultimi 120 chilometri da Parma a Brescia per incoronare il vincitore della Freccia Ros

COMUNICATO  SALA  STAMPA  ROMA  1000Miglia.

Roma, 20 maggio 2017 – Accolti dalla pioggia ieri sera, sono ripartiti stamattina dalla Capitale sempre sotto l’acqua gli oltre 400 equipaggi della Mille Miglia che chiuderanno stasera la terza tappa davanti al Teatro Regio di Parma. A causa della pioggia si sono verificati diversi ritiri per guasti meccanici. La tappa della Mille Miglia in corso di svolgimento attraversa diciotto secoli di storia d’Italia, 4 Regioni e alcuni dei territori più belli del nostro Paese. Dopo la seconda tappa, è tornata in vetta alla classifica provvisoria la coppia bresciana Andrea Vesco e Andrea Guerrini, a bordo di una Alfa Romeo 6C 1750 GS del 1931. Sono incalzati dal vicentino Luca Patron e Massimo Casale che viaggiano su una OM 665 Suberba 2000. In questa lotta a due si inseriscono, più distanziati, gli argentini Juan Tonconogy (vincitore di due edizioni della Mille Miglia) e Guillermo Berisso su Bugatti Type 40 del 1927 e i mantovani Giordano Mozzi e Stefania Biacca con una Alfa Romeo 6C 1500 GS Zagato. Al momento ci sono tre equipaggi argentini fra i primi dieci della graduatoria parziale. Tra i favoriti della vigilia, Giuliano Canè e la moglie Lucia Galliani, vincitori di dieci edizioni della Mille Miglia, navigano intorno all’undicesimo posto inseguiti dalla coppia giapponese Kyoto e Junko Takemoto su Bugatti Type 40. Qualche posizione indietro, la sfida si sposta sull’enogastronomia: Joe Bastianich, 72esimo posto si lascia alle spalle l’equipaggio di Antonio Auricchio (presidente della Gennaro Auricchio Spa) e Luigi Mion (AD dei supermercati Migross) 75esimi e Cracco, non il cuoco, che di nome fa Philip ed è un imprenditore belga. Ancora più indietro (115esimo posto) i pronipoti di Giannino Marzotto, Alessandro e Sebastiano del gruppo Santa Margherita. Insegue anche a ritmo serrato l’equipaggio di Toto Wolff, direttore esecutivo della Mercedes AMG di F1 che con l’ingegnere Aldo Costa sono al 116esimo posto. Le automobili d’epoca si stanno dirigendo verso Nord lungo la dorsale appenninica: il passaggio sul Lago di Vico coincide con la prima prova cronometrata della giornata, per poi raggiungere Viterbo, la città dei Due Papi. Gli equipaggi fanno poi rotta verso Montefiascone e Radicofani, nella Val d’Orcia e raggiungono la Toscana con i suoi panorami a tinte accese attraversando, in parata, piazza del Campo a Siena. Si riparte poi tra vallate e montagne toccando Monteriggioni, San Miniato, Montecatini e Pistoia dove è in programma un’altra prova a tempo. Un’ora di strada tutt’altro che agevole separa l’Abetone da Pavullo nel Frignano, località che segna l’ingresso in Emilia-Romagna. Da qui in poi i paesaggi si distendono: Modena e Reggio Emilia sono le ultime due città incontrate prima della passerella a Parma, città verdiana, dove sosteranno per la notte, prima della partenza verso il traguardo bresciano. “Un’altra splendida tappa – osserva l’ad di 1000 Miglia Srl Alberto Piantoni – fra scenari da cartolina, resi ancor più belli dallo strabordante affetto del pubblico disseminato lungo il percorso. Nel 90esimo della Freccia Rossa non potevamo aspettarci niente di meglio. Ed ora il gioco si fa serio per gli equipaggi che sono qui per contendersi la vittoria. Quella di domani sarà l’ultima e decisiva tappa”. Domattina le vetture affronteranno gli ultimi 120 chilometri per fare ritorno a Brescia. La cerimonia di premiazione è prevista per le ore 18.30 in piazza della Loggia.

COMUNICATO  SALA  STAMPA  ROMA 1000Miglia.

Roma, 19 maggio 2017 – Dopo l’arrivo nella Capitale e il bagno di folla che ha accolto le 440 vetture a Villa Borghese e via Veneto, al termine della seconda tappa della Mille Miglia rimangono al comando (39.004 punti) della classifica provvisoria il vicentino Luca Patron e Massimo Casale che viaggiano su una OM 665 Suberba 2000. Sono incalzati, con 134 punti di distacco, dalla coppia bresciana Andrea Vesco e Andrea Guerrini, a bordo di una Alfa Romeo 6C 1750 GS del 1931. Al terzo posto, più distanziati, inseguono i mantovani Giordano Mozzi e Stefania Biacca con una Alfa Romeo 6C 1500 GS Zagato. Gli argentini Juan Tonconogy (vincitore di due edizioni della Mille Miglia) e Guillermo Berisso su Bugatti Type 40 del 1927 sono al quarto posto con 37.773 punti. Tra i favoriti della vigilia Giuliano Canè e la moglie Lucia Galliani, vincitori di dieci edizioni della Mille Miglia, sono all’undicesimo posto mentre problemi alla loro Alfa Romeo 6C 1750 GS del 1930 hanno penalizzato la coppia Giovanni Moceri-

 

Ricordiamo  che la O.M. 665 “Superba” del 1927, vinse  la  prima edizione della Mille Miglia,  guidata da Giuliano Cané, plurivincitore e recordman assoluto della mitica corsa . Al suo fianco la moglie Lucia Galliani, sua navigatrice di fiducia. Tra gli altri equipaggi figurano Hans Hulsbergen e il figlio Mark, imprenditori olandesi e proprietari della cantina del senese, a bordo della vettura n.3, una Bentley 3 Litre del 1923.

Comunicato  sala  stampa 1000miglia-brescia-

Padova, 19 maggio 2017 - Mille Miglia, tappa numero due. Le vetture in gara nel 90esimo

anniversario della “corsa più bella del mondo”, partite in mattinata da Padova dopo il bagno di folla

di ieri sera, stanno procedendo verso Roma, dove sono attese per l’immancabile passerella in via

Veneto, uno dei momenti più significativi ed emozionanti dell’intera gara. Fino a questo momento,

la classifica vede in vetta alla graduatoria generale il vicentino Luca Patron insieme a Massimo

Casale a bordo di una O.M. 665 S Superba 2000 del 1925 con 16.340 punti. Inseguono i bresciani

Andrea Vesco e Andrea Guerini su Alfa Romeo 6C 1750 GS del 1931 e il palermitano Giovanni

Moceri con il co-pilota Daniele Bonetti sempre su Alfa Romeo 6C 1750 GS del 1930, entrambi gli

equipaggi sono tra i favoriti della competizione. Giuliano Canè e la moglie Lucia Galliani, vincitori

di dieci edizioni della Mille Miglia, sono al dodicesimo posto con 14.468 punti. Nei primi dieci

anche 2 equipaggi argentini. Al quarto posto il vincitore di due edizioni della Mille Miglia, Juan

Tonconogy in coppia con il connazionale Guillermo Berisso su Bugatti Type 40 del 1927.

Il percorso di oggi si sviluppa per buona parte sulla costa adriatica. Dopo il passaggio

a Monselice e la prova cronometrata lungo le sponde del fiume Po, le automobili fanno il loro

ingresso a Ferrara imboccando corso Ercole d’Este, proprio nel cuore dell’antica corte estense. Da

qui la corsa riprende verso Ravenna, con il transito in piazza Unità d’Italia e presso la tomba di

Dante, prima di attraversare il Parco del Delta del Po, costeggiare il lungomare romagnolo, deviare

verso Gambettola e raggiungere San Marino. Qui va in scena un’altra prova a tempo fra gli stretti

tornanti del quarto Stato più piccolo d’Europa. La lunga frazione prosegue in territorio

appenninico: Montefeltro, Urbino e Gola del Furlo precedono l’arrivo a Gubbio. In Umbria la

carovana tocca anche Perugia, Todi e Terni fino allo sconfinamento in Lazio: da Rieti le vetture

percorrono gli ultimi 80 chilometri che le separano dalla Capitale, con la sfilata tra le meraviglie

della Roma imperiale.

“Il corteo in via Veneto – afferma l’amministratore


Brescia,18 Maggio 2017.- H.14,30 Partenza  della  mitica  1000Miglia AL 90° COMPLEANNO.

Ricordiamo  tra  le  450 auto  le  tre  auto  ufficiali  FCA. tra  cui la prestigiosa ALFA ROMEO  guidata  da Arturo  Merzario. e la  numero 90 che  precedte  di  1 minuto guidata dal  presidente del Registro  Internazionale  Touring Superleggera Franco Ronchi  Ricordiamo  che  l'arrivo è previsto  a  Padova  dove  partirà poi  la seconda  tappa  fino  a  Roma capitale.

AL  VIA GIOVEDI'  18 MAGGIO  LA  MITICA  CORSA DELLE  CORSE  LA  1000MIGLIA, CHE  COMPIE  90 ANNI.

LA  MITICA 1000MIGLIA  AL  90°ANNIVERSARI  HA  APERTO  CON  OGGI  IL  GRANDE EVENTO  CONFERENZA  STAMPA,ACCREDITI  EQUIPAGGI.PROSEGUE DOMANI  CON  LE VERIFICHE  DELLE  VETTURE  E  GIOVEDI'  LA  PARTENA  ALLE  H.14,30 DAL  CONSUETO  CORSO VENEZIA. IL PERCORSO  BRESCIA  PADOVA, VENERDI'  PADOVA ROMA. SABATO  PADOVA  PARMA  E  DOMENICA  H.14,30 ARRIVO  A  BRESCIA.SALITE  A  112 LE  PROVE  SPECIALI. 750 DOMANE E  450 ACCOLTE. 39 NAZIONI  CONCORRENTI  ITALIA  IN  TESTA, SORPASSO  DELL'OLANDA  ALLA  GERMANIA  SEGUE  L'INGHILTERRA SOME  NUMERO  DI MACCHINE. AFFIANCATE  LE  FERRAI  COME  SEMPRE  E  LE MERCEDES.PARTECIPAZIONE  IMPONENTE  DELLA  PRESTIGIOSA  CASA DEL  BISCIONE,  CHE  SCHIERA  MERZARIO IN  COPPIA  CON JAN-PIERRE JARIER.TRE  I  VIPO  SPICCA JHON WATSONS, KATARINA KIVALOVA  PILOTA  DI  RALLY,JOCHEN  MASS PILOTA  DI  F1.. DAVID  WELLS EX  GIOCATORE  DI BASBOLL. . ALBERTO  CARERAS  NIPOOTE  DEL NOTO  SOPRANO.QUESTE  LE  ANTICIPAZIONOI,  SULLA  GARA  DELL'ANNO, SEGUIRANNO  ALTRE  INFORMAZIONI  E  SOPRATTUTTO  IL  CONSUETO  VIDEO  . 

CONCLUSA LA  VERONA LEGEND CARS: 

DAGLI  ULTIMI  DATI  PRESENZE IN CRESCITA DEL 40%

 

 Verona Legend Cars ha chiuso oggi  registrando 10mila visitatori/ appassionati in più rispetto alla seconda edizione del 2016, segnando un aumento degli ingressi del 40 per cento.Merito ANCHE l’apertura al settore sportivo, con i l rally, le sue auto e i suoi piloti, protagonisti della prima assoluta della Sfida de i Campioni  che nel fine settimana ha visto scendere in pista leggende come Miki Biasion, Markku Alén, Francois Delecour, Lucky Battistolli, Piero Liatti, Piero Longhi e la giovane promessa Fabio Andolfi. 

 

Importante  la  presenza dei  tre  modelli storici del Museo Nicolis e dei quattro club storici veronesi federati ASI, la mostra Rosso Alfa che ha visto, oggi, la partecipazione del pilota Gabriele Tarquini e i pezzi unici e pregiati portati da collezionisti di tutta Europa.

 Più che  soddisfatto  Mario Carlo Baccaglini, organizzatore della kermesse veronese delle auto storiche 

 

Il 40% in più di visitatori rispetto alla precedente edizione indica che  il Salone ha imboccato la strada giusta per rendere Verona un importante riferimento nazionale per la cultura dell'auto d'epoca e non solo – commenta Maurizio Danese, presidente di Veronafiere –. La novità rappresentata dal mondo del rally con  i suoi campioni ha contribuito infatti al successo di quest'anno, ma restano fondamentali sia il vantaggio di quartiere fieristico in grado di ospitare anche una pista da gara di 1 chilometro su 15mila metri quadrati, sia il contributo di un territorio fortemente legato ai motori e all’heritage in particolare. Veronafiere conferma così la propria vocazione anche ad eventi spettacolari per il pubblico . Miki Biasion: Markku Alén, Francois Delecour, Lucky Battistolli, Piero Liatti, Piero Longhi e la promessa Fabio Andolfi.hanno  cos'  dato  vita ad una  gara  disputata su tre giri di pista, preparata e supervisionata da ACI e con Abarth Main sponsor.

 

I quarti hanno visto correre le Abarth 695 Rally, le semifinali le blasonate Lancia delta Integrale e Lancia Rally 037, mentre le finali sono state disputate a bordo delle fiammanti Abarth 124 Rally. 

Piero Longhi è il primo Legend Driver ad aggiudicarsi l’edizione 2017 della Sfida dei Campioni. Secondo gradino del podio a Piero Liatti e terzo posto per Francois Delecour. Tutti i vincitori sono stati premiati con un Magnum di Amarone Allegrini.

 

La giornata di oggi ha visto i raduni del SL Classic Club. Presentato per la prima volta proprio a Verona Legend Cars, è ritornato quest’anno con i suoi modelli di punta: dal progetto R129 a ritroso fino alle gloriose 190 SL, le mitiche Pagoda e le intramontabili R107.

Raduno anche per il Club Peschiera Motori che ha mostrato oltre 40 modelli di diverse epoche e marche. Il Gruppo Vicenza Cars and Coffee, che riunisce entusiasti italiani e personale americano delle basi di Vicenza e Aviano, ha portato una ventata di stile americano. Tra i padiglioni altri gioielli del passato con i modelli del Registro Italiano Fiat e dei Club Officina Ferrarese, Veteran Car Club Padova e Alfa Special.

Ricordiamo  infine la Scuderia Jaguar Storiche che ha festeggiato 10 anni di attività, con una rassegna di  6 prestigiosissime Jaguar.i

APERTE LE  PORTE  DAL  5 AL 7 MAGGIO A  VERONA  FIERA  PER  LA  CONSUETA  "VERONA  LEGEND  CARS"

PASSIONE HERITAGE, EMOZIONE RALLY E FUTURO ELETTRICO

 

                                          LE ANIME DELL’AUTO A VERONA LEGEND CARS

Il Salone di Verona racchiude, grazie alla sua formula innovativa, le tante anime dell’auto che vanno dalla passione per le storiche all’emozione dei rally in uno sguardo che abbraccia l’intero spettro dei motori: dall’epoca d’oro delle competizioni al futuro dell’auto elettrica. Nei 90mila metri quadrati della Fiera di Verona si incontreranno: uno dei più grandi mercati dell’auto storica in Europa; una tra le più straordinaria gare ad inseguimento tra i campioni del Mondiale mai organizzate in un contesto fieristico, è la Sfida dei Campioni capitanata da Miki Biasion; il focus sul futuro dell’auto elettrica attraverso due protagonisti del mercato come Tesla e Smart.

A Verona Legend Cars le auto storiche in vendita sono 1350. Una panoramica completa che spazia dai coupé alle barchette, dalle berline alla convertibili, attraversando le epoche e le fasce di mercato e permettendo ad ognuno di trovare l’auto dei suoi sogni: dalle splendide Jaguar E alle simpatiche Bianchine passando per le sempreverdi Porsche 911, le amatissime berline Mercedes e Bmw, i gioielli Ferrari e Maserati, le sportive Alfa e Lancia, le prime DS e le intramontabili MG. A fianco, si possono ammirare le auto entrate nella leggenda: dalle Alfa Giulia in raduno il 6 maggio con epocaAuto, all’esemplare scelto dai Musei Ferrari per celebrare i 70 anni del Cavallino Rampante in uno stand che ospiterà anche i celebri simulatori di Formula 1. 

 

Tra le auto sportive i sette modelli di Rosso Alfa 1987-2007. La mostra organizzata in collaborazione con Luca Gastaldi di Rally Era International Club con il patrocinio di RIVS è dedicata alle Alfa Romeo 75, 155 e 156 protagoniste nelle competizioni per vetture turismo in Italia, nel DTM tedesco e nei Campionato Europeo e Mondiale. Sempre legate allo sport le Lancia del Museo Nicolis di Verona: l’Aurelia GT 2500 B20 1957 – la sportiva “in doppiopetto” che arrivò seconda assoluta al suo esordio nella Mille Miglia del 1951 – e la Flaminia 3C 2.8 Convertibile del 1960. 

Inedita la collaborazione dei 4 Club ASI di Verona che annunciano una nuova stagione di collaborazione partecipando in un unico grande stand di 640 metri quadrati dedicato a Alfa Romeo, Abarth, Volkswagen e Ferrari e agli incontri con piloti e protagonisti della STORIA.

Abarth Main Sponsor, un tracciato di 1 chilometro per 15mila metri quadri supervisionato da Aci Verona, 8 grandi piloti rally e altrettante auto stellari. Questi sono gli ingredienti della prima edizione de “La Sfida dei Campioni”, un evento inedito che rappresenta la più importante manifestazione rally mai tenuta all’interno di un quartiere fieristico. Leggende come Miki Biasion, Markku Alén, Juha Kankkunen, Alex Fiorio, Francois Delecour, Lucky Battistolli, Piero Liatti e la giovane promessa italiana al Campionato del Mondo Fabio Andolfi si sfideranno in una due giorni di inseguimenti, evoluzioni, sterzate e ripartenze per la gioia degli appassionati. Le auto, come i piloti, abbracciano presente e futuro, spaziando dalle mitiche Lancia Delta Integrale e Lancia Rally 037 fino alle contemporanee Abarth 124 e 695 Rally.

Per  finire  Tesla offre la panoramica dell’autosufficienza energetica con Model S, Model X e la nuova generazione di batterie Powerwall 2 per l’immagazzinamento dell’energia fotovoltaica. Con queste nuove batterie al litio, alte 115 cm, larghe 75 e spesse appena 15 che raddoppiano la capacità rispetto al modello precedente, si potrà conservare l’energia raccolta durante il giorno e impiegarla la notte senza attingere alla rete elettrica. Smart porterà una selezione di special edition per celebrare i 15 anni di Smart BRABUS e la partnership con il marchio high performance di Bottrop. In anteprima italiana la fortwo greenflash electric drive cabrio firmata BRABUS.

 

 

 

 


Download
LOCANDINA 3° COCNORSO DI ELEGANZA E STILE DEL XX SEC.
Programma 3 CONCORSO ELEGANZA.pdf
Documento Adobe Acrobat 532.7 KB

START AL 29 E 30 APRILE  IL 3°CONCORSO "LE AUTO,L'ELEGANZA E LO  STILE DEL XX SEC." NELLO  SCENARIO  DELLA PRESTIGIOSA VILLA REALE  DI  MONZA. ISCRIZIONI ENTRO  IL 15 APRILE. NELLA MANIFESTAZIONE UN  TROFEO IN  MEMORIA DELL'AMICO E  COLLEGA  ENZO CANIATTI.

AL  VIA  DOMANI  GIOVEDì 20 APRILE FINO  A  DOMENICA 23 LA MITICA  TARGA  FLORIO. RICCA  DI EVENTI  BEN  QUATTRO  IN QUESTA  EDIZIONE 2017. COSI'  SUDDIVISI :  RALLY  MODERNE CON DUE PERCORSI SULLE  MONTAGNE  MADONITE  DI  PALERMO  CON  20 PROVE  SPECIALI. IN CONCOMITANZA  MA  CON  PARTENZE  AD  ORARI  DIVERSE  LE  CARS  DEL  RALLY  HISTORIC, SEMPRE  PERCORSO  DELLE  MADONITE,  MA  CON  PERCORSO DIVERSO E  MENO  PROVE SPECIALI.  PER  GLI  AMANTI  INVECE  DELLE PRESTIGIOSE  AUTO  DELLA  STORIA DELL'AUTOMOBILISMO  IL  TOUR  DI  700 KM. EFFETTUATO  DALLE  VETTURE  STORICHE " IL CLASSIC", CHE  TOCCHERA' TRA  LE  TANTE  LOCALITA'   AGRIGENTO, CEFALU', TAORMINA. PER CONCLUDERE  LE  FERRARI  MISTE  TRA  EPOCA  E  MODERNO  NEL  "TRIBUTE FERRARI" . OGGI  LA  CONFERENZA  STAMPA  CON  LE  ULTIMISSIME  NOTIZIE.(INFO WWW.TARGA FLORIO) 

Targa Florio, percorso affascinante ma pieno di insidie

AMBRA DRAGO 21 APRILE 2017

Il perito messinese che oggi ha perso la vita era conosciuto nell'ambiente delle quattro ruote. «Chi partecipa a una gara automobilistica mette in conto il rischio, ma da sempre questa competizione ha avuto dei punti davvero pericolosi» racconta a Meridionews Michele Miano, presidente della Scuderia Targa Florio

La Targa Florio - entrata nella storia come una delle più importanti competizioni automobilistiche, insieme alla Mille Miglia - è stata da sempre croce e delizia per tutti i suoi partecipanti. Un percorso stimolante quello che attraversa le Madonie e al tempo stesso conosciuto per le enormi difficoltà insite nella durezza del tracciato pieno di curve e di punti insidiosi. Come il tratto dove questa mattina poco dopo mezzogiorno hanno perso la vita Mauro Amendolia, 52enne di Messina, mentre gareggiava con la sua Bmw Mini Cooper lungo i tornanti Piano Torre ad Isnello, e il commissario di gara, il lentinese Giuseppe Laganà.

Il pilota messinese era molto conosciuto negli ambienti automobilistici, come ha raccontato a Meridionews Michele Miano, presidente della Scuderia Targa Florio: «Io personalmente ho corso ben sette campionati della Targa Florio e conoscevo Maurizio Amendolia da diversi anni anche perché aveva diverse gare alle spalle. Posso affermare con certezza che era un pilota esperto».

 

Gli chiediamo, data la lunga esperienza come partecipante della competizione siciliana, se negli anni il percorso ha subito delle modifiche e se ci sono dei punti davvero pericolosi. «Ritengo che chi partecipa in generale a una gara automobilistica metta in conto il rischio, ma devo dire che da sempre la Targa Florio, che originariamente escludeva Isnello dal suo tracciato, ha avuto dei punti davvero pericolosi. Io personalmente ho provato sulla mia pelle la pericolosità del tracciato, sono vivo per miracolo: al bivio di Caltavuturo la mia auto storica, una Giulia SS, si è ribaltata e ha rischiato di prendere fuoco. Ho fatto appena in tempo a uscire dall'abitacolo e a salvarmi. La mia tuta, che ancora conservo, ha un tanfo di benzina  che non si è mai cancellato del tutto».

 

Gli trema ancora la voce quando lo racconta, sottolineando come il fattore sicurezza nel corso degli anni abbia fatto passi da gigante e sia un elemento fondamentale sia per i corridori che per il pubblico che assiste ai bordi delle strade più dissestate: «Sono ancora sconvolto per quanto accaduto, ho appreso che ha perso la vita anche un commissario di gara. Quest’ultimi, bisogna dirlo, hanno un ruolo fondamentale nello svolgimento della competizione e non parlo solo di verifica della regolarità. Pochi sanno che vengono posizionati nei punti critici del percorso, come al Km 10+500 all'altezza di Isnello. Insomma anche i giudici di gara rischiano lungo ogni curva la propria vita».

(Articolo  di  Ambra Drago)  

PARTE LA MITICA TARGA FLORIO.20-23 APR


Clicca sulla  foto  per  il  programma