RICORDIAMO  CHE  MOLTI  VIDEO SONO DA NOI PRODOTTI PER ALTRE  EMITTENTI  E QUINDI NON  DISPONIBILI SUL NOSTRO SITO.

CROFGATE ITALIA ALTA COSMESI  PER LA CURA DELL'AUTO  E  DELLA MOTO.

WWW.CROFTGATEITALIA.COM

 

Mob. 339-8515971

Mob. 347-7595105

               42° 1000MIGLIA CLASSIFICA  FINALE.

Questa  edizione allungata  di 2 goiorni vede  sul  podio  3 equipaggi  italiani con  le  seguenti  vetture:

1° La numero 48 ALFA ROMEO 1750 6C SS. SPIDER Z ANNO 1929 condotta  dalla  coppia Vesco  Andrea e Salvinelli Fabio.

2° La numero 22 LANCIA LAMBDA Casaro VII Serie ANNO 1927 condatta dalla  coppia Fontanella Gianmario e Covelli Anna Maria.

3°  La numero 49 ALFA ROMEO 1750  6C SS. SPIDER Z ANNO 1929 condotta  dalla  coppia Aliverti Alberto e Valente  stefano.

14-15 Giugno Venerdì 4 Tappa ,sabato  5 e arrivo 1000Miglia.

Le macchine  partivao  ieri per  la penultima  tappa da Roma facendo il  giro  della  boa per  ritornare  in  su .Il  paesaggoio  cambiava  in  quanto  si passava  dalle  zone  interne atraverso Orvieto e  Prato per  risalire  verso San Lazzari  di  Savena (Bologna). Stamane  partivano  sotto un  bel  tempo  soleggiato verso  il nord per  passare  da Ferrara  e  poi  lungo  il lago  di  Garda verso Vallefranca di  Verona, Sirmione e  poi a Brescia  tappa  iniziale  e  finale.

13 Giugno Giovedì 3* Tappa 1000Miglia. 

Quasi  in  dirittura  di  arrivo  la fine della  3 Tappa  che  vedeva  ancora  sotto  un  cielo  leggermente nuvoloso la  partenza da Viareggio.Poi  seguendo  ancora  il  litorale  del mare,  passavano  a  Castiglion  della  Pescaia per  poi  rientrare  verso  Viterbo e  poi  diretti  verso Roma.

12 Giugno Mercoledì Partenza 2°Tappa 1000Miglia.

Partita  stamani all'alba da Torino  la  carovana  del  museo  auto storiche viaggiante, sotto un cielo  leggermente  coperto . Passeranno  poi dal passo  della  Faiallo verso  Genova sempre  con  lo  stesso cielo  velato per  poi  passare  attraverso  il litorale  sul  mare verso  la  Spezia per  concludere  poi  la  seconda  tappa  a  Viareggio sotto  un  cielo  quasi  sereno. 

          IN  PARTENZA  DOMANI 11 GIUGNO- 15 GIUGNO LA  42 EDIZIONE  DELLA 1000MIGLIA.

Ricordiamo la partenza domani  della  corsa  delle  corse   qust'anno  come  l'anno  scorso un  po  stravolta  dalle  vecchie  edizioni  in  quanto  allungata di  due  giornate. In  aumento  le  macchine  accettate  quest'anno.

La partenza  vede  la  prima  tappa fermarsi  a Torino  quindi cambiando  un  po  le  direzioni,caso  strano evitato  il passaggio  a  Monza   passando  da  Novara  e  Vercelli .

 

   Si è chiusa ieri domenica 21 Aprile 2024  la prima edizione di Vicenza Classic Car Show.

    Vicenza, 21 aprile 2024 – Vicenza, 21 aprile 2024 – Una domenica di sole e di grande affluenza agli ingressi ha aperto la terza ed ultima giornata della prima edizione di Vicenza Classic Car Show, il nuovo imperdibile appuntamento di primavera, inaugurata venerdì scorso alla Fiera di Vicenza da Italian Exhibition Group (IEG). Una tre giorni all’insegna della passione con una selezionata proposta di vetture classiche e sportive che fanno sognare il pubblico di visitatori accorsi numerosi per toccare con mano l’offerta di modelli straordinari ed esclusivi accanto a molte occasioni accessibili, in un susseguirsi di appuntamenti con tutto il meglio del collezionismo. Grande affluenza all’Area Celebrazioni del Padiglione 7 di Vicenza Classica Show che rende omaggio al genio di Marcello Gandini, straordinario designer, scomparso recentemente. Tra i modelli iconici da lui disegnati, tre splendidi esemplari di Lamborghini Miura P400S (due gialle ed una azzurra, nei suggestivi colori originali) e tre suggestivi esemplari di Lamborghini Countach (una LP 400S blu, una LP 500 S bianca e una LP 500 4 valvole azzurra) incantano i visitatori della manifestazione. Oggi alle ore 11.30, presso la Sala Lounge del Padiglione 7, si è svolta la presentazione del volume “Lamborghini Countach” edito da Giorgio Nada Editore e distribuito dalla Libreria dell'Automobile. Moderati da Stefano Nada, l’autore Francesco Patti si è confrontato con Andrea Nicoletto, Presidente del Lamborghini Club Italia ed il pubblico presente in sala per ricordare il grande designer che ha progettato auto da sogno visionarie e di rottura, ancora oggi autentici capolavori. Nel dettaglio, nel 1973, ancora in piena epopea Miura, Marcello Gandini, a capo della Carrozzeria Bertone, disegna la Countach, nata dall'estremizzazione delle caratteristiche della Miura: un’estetica da far girare la testa, che si ispira ad una capsula spaziale. La vettura, dotata di motore longitudinale posteriore (come riportato nella sigla LP) da 3.929 cc, promessa di prestazioni esaltanti, avrà un successo strepitoso nelle diverse varianti denominate, rispettivamente, LP 400, LP 400S, LP 500S, LP 500 4 valvole e Countach 25° Anniversario, dove il restyling giova del contributo di un altro nome d’eccellenza: Horacio Pagani. Curiosando tra gli stand alla ricerca di esemplari unici, allo stand di Daniele Turrisi una Lancia Rally 037 stradale del 1982, iconico purosangue italiano, Un raro esemplare delle sole 207 costruite, dotata di Kit attrezzi e ruota di scorta originali, mai usati. Alla fine degli anni ‘70 la FIA cambiò i regolamenti introducendo i gruppi B, vetture che per essere omologate dovevano essere prodotte in almeno 200 esemplari. Dalla collaborazione tra il reparto corse Lancia, Pininfarina e Abarth nacque la Lancia Rally 037, una vettura che seppur partita svantaggiata perché a trazione posteriore, nell’era del boom delle 4WD, si confermò modello vincente. La vettura era stata concepita per poter lavorare rapidamente in caso di assistenza, con il muso e la coda asportabili, sospensioni regolabili e un bilanciamento eccezionale. Lo stile Pininfarina è riscontrabile anche all'interno, con i sedili leggeri ricoperti di un velluto a coste, il cruscotto rivestito con un materiale speciale, gli inserti in alcantara, la strumentazione e i comandi ergonomici. L’esemplare in esposizione, telaio 032, ha una storia particolare: immatricolata per la prima volta nel 1992 ha percorso solo 1.800 km, ha cambiato in totale 6 proprietari, di cui l’ultimo l’aveva esposta nel proprio museo personale. Restando in tema di Rally, anche Miki Biason, il due volte campione del mondo di Rally, è intervenuto oggi alla manifestazione incontrando il pubblico di fans e raccontando della sua esperienza motoristica Allo stand ACI Storico la sua Lancia Delta gruppo A da competizione costruita in ABARTH per tests asfalto di messa a punto, dopo che la Federazione Automobilistica Mondiale decise di abolire, per motivi di sicurezza, vetture prototipo di GR.B e far correre le vetture derivate dalla serie.

 

                  Un sabato speciale a Vicenza Classic Car Show.

Vicenza, 20 aprile 2024 – Sono tante le occasioni di rifarsi gli occhi di fronte a modelli automobilistici unici presenti alla prima edizione di Vicenza Classic Car Show, alla Fiera di Vicenza – IEG fino a domenica 21 aprile. Un percorso immersivo che parte da vetture simbolo di un passato glorioso della straordinaria collezione del Museo Nicolis come la Ford Model T del 1929, dotata di sci per viaggiare sulla neve, al posto delle ruote anteriori. Modello protagonista di pellicole cinematografiche indimenticabili dai film in bianco e nero con Charlie Chaplin alle comiche di Stanlio&Ollio. Per chi si avvicina al collezionismo d’epoca, magari per la prima volta, una proposta di vetture estremamente ricercata ed inclusiva per ogni gusto e per ogni portafogli a cura dei più noti commercianti del comparto classic cars, da Ruote da Sogno, Milano Classica, Giro Classico, AutoLuce a Daniele Turrisi, per citarne alcuni. Pezzi unici, selezionati accuratamente, come le stupende Mercedes 190 SL originali o le versioni SLK, molto ricercate. Ruote Special Car propone modelli Youngtimers super richiesti come le Porsche 911 e la 996 Carrera 2, abbinata a cambio manuale, fino a esemplari più accessibili come la Peugeot 205 Cabrio Rolland Garros. Una delle vetture più fotografata della manifestatone è una Panda cabrio “one off” del 1991, immatricolata in Italia come autovettura aperta, di PMC Paolo Olivieri e Italia 70. La carrozzeria idrosabbiata, i cerchi in lega cromodora diamantati ed i meravigliosi interni in materiale nautico, la rendono irresistibile. In anteprima assoluta a Vicenza Classic Car Show la Maserati Opera d’Arte, per la prima volta in Italia: una MC 20 Cielo che diventa una tela dalle incredibili suggestioni stilistiche che richiamano l’astrattismo di Maestri del calibro di Modrian, Kandinskij, Malevic. Un programma di personalizzazione a cura di Maserati Fuoriserie: 15 colori, migliaia di ore di lavoro artigianale per un risultato finale d’eccellenza che è davvero la visione di un sogno. Gli accenti colorati: il logo Maserati giallo, le razze dei cerchi multicolore, la grafica sulla tinta carrozzeria blu scuro e all'interno, tra rivestimenti in pelle e scamosciato blu, spicca la fibra di carbonio anch'essa in gradazioni di blu sul volante. Nella giornata odierna si è svolto il primo raduno organizzato dal mensile Youngclassic presso lo spazio esterno al Padiglione 7 del polo fieristico. Tra le numerose richieste di iscrizione, la redazione di Youngclassic, ACI Editore, ha selezionato 50 modelli rappresentativi dei più significativi modelli a cavallo degli anni ‘70 del ’900 fino ai primi anni 2000. Alle ore 15.00, presso l’Area Incontri della manifestazione, nel Padiglione 7, si sono svolte le premiazioni delle migliori rappresentanti delle cinque categorie promosse dalla redazione. Di seguito le vincitrici. La migliore cabrio: Chevrolet Corvette C5 Cabrio di Alessandro Greco, una versione 50° Anniversario; La miglior conservata: Lotus Elise Prima Serie di Nicholas Carlisle; La migliore hot hatch: VW Golf GTI 2° serie di Donato Crisostomo; La migliore rally replica: A112 Abarth di Riccardo Benetton, con un motore che gira a 8000 giri; Il meglio del meglio: Alfa Romeo 8C numero 490 (di 500 prodotte) in ottimo stato di conservazione, dotata di targa originale, di Kevin Rosato e Laura Cima.

19-20-21 APRE  LA  PRIMA  EDIZIONE  DI  VICENZA CLASSIC  CARD. FIERA VICENZA  DALLE H.09.30- 19.00.

  COME RAGGIUNGERE LA FIERA DI VICENZA sita in Via Dell’Oreficeria, 36100 Vicenza IN AUTO: il quartiere Fieristico Vicenza è a 400 metri dal casello Vicenza Ovest dell’Autostrada A4 Venezia – Milano. In Fiera ampia disponibilità di parcheggio. IN TRENO: Vicenza è sulla linea ferroviaria Venezia – Milano.

Amici a 4 zampe: ingresso consentito ai cani, con guinzaglio. Se di taglia medio/grande sarà necessaria anche la museruola.

Si accendono i motori della prima edizione di Vicenza Classic Car Show Fino a domenica 21 aprile tutto il meglio dell’automobilismo classico e sportivo in esposizione alla Fiera di Vicenza .Icona di stile firmata Maserati in anteprima ad un salone italiano e un’area dedicata all’orologeria vintage . L’attenta selezione di auto classiche include straordinari modelli che rappresentano un pezzo di storia del motorismo storico e che saranno occasione di confronto tra esperti, collezionisti, Federazioni, Club e Registri, curiosi e appassionati di motori per un intero fine settimana all’insegna del bello. Accessori d’epoca e pezzi di ricambio originali. FERRARI F40, BUGATTI EB 110 GT E LAMBORGINI DIABLO: TRE REGINE E TRE MODI DIVERSI DI INTENDERE UNA SUPERCAR Ad accogliere i visitatori della prima edizione di Vicenza Classic Car Show all’ingresso del Padiglione 7, tre iconiche protagoniste della fine degli anni ’80-primissimi anni ‘90,. Le Case automobilistiche fecero a gara per proporre esemplari esclusivi, veri gioielli di design, meccanica e prestazioni. Le tre regine della prima edizione di Vicenza Classic Car Show rappresentano tre modi diversi di intendere una supercar e ancora oggi si confermano tre modelli richiestissimi dai collezionisti di vetture d’epoca. FERRARI F40 La denominazione trae origine dalla F di Ferrai e dal numero 40 che ricorda il 40º anniversario della prima Ferrari omologata per uso stradale. Quando debuttò nel 1987, la velocissima berlinetta disegnata da Pininfarina fece scalpore: un modello cattivo che sembrava nato per le competizioni mentre era omologata per uso stradale. Venne realizzata in serie utilizzando, quasi esclusivamente, pannelli in Kevlar e in compositi di carbonio. Una delle auto più̀ quotate e desiderate dai collezionisti di tutto il mondo. BUGATTI EB 110 GT Vettura sportiva prodotta tra il 1991- 1995 dalla Bugatti Automobili, durante la sua gestione italiana negli stabilimenti di Campogalliano (Modena), dopo il rilancio del marchio Bugatti a cura dell’imprenditore Romano Artioli dell’Ing. Paolo Stanzani che si era subito messo al lavoro per realizzare la migliore vettura ad alte prestazioni del mercato. Dopo che Stanzani abbandonò la Bugatti e la direzione tecnica dell’auto nel luglio del 1990, il progetto fu seguito dall’architetto Giampaolo Benedini. Il telaio passò dall’alluminio al carbonio, e l’auto fu rimaneggiata nello stile originario proposto da Marcello Gandini. Venne presentata il 14 settembre 1991 a Parigi e il giorno successivo a Molshein, sede dell’originale officina Bugatti. La data scelta non fu casuale: il 15 settembre è il giorno della nascita di Ettore Bugatti di cui nel 1991 cadeva il centodecimo anniversario. EB 110 GT, infatti, significa Ettore Bugatti, 110 anni, Gran Turismo. LAMBORGHINI DIABLO Vettura sportiva prodotta tra il 1990-2001 il cui nome, che venne scelto con una votazione delle maestranze, deriva, come da tradizione della Casa Lamborghini, dal mondo della tauromachia, ed è legato alla leggenda di El Diablo (Il Diavolo in spagnolo), feroce toro allevato dal Duca di Veragua nel XIX secolo. Il progetto fu avviato nel 1985 con la missione di succedere alla favolosa Countach prodotta dal 1974 al 1990 in oltre 2200 unità. Il disegno originale di Marcello Gandini venne giudicato troppo aggressivo dai manager Chrysler che nel 1987 avevano acquistato la Lamborghini e Gandini accettò di collaborare con il Centro Stile Chrysler diretto da Tom Gal per la realizzazione del modello definitivo, il cui primo layout riprende il design dell’iconica Countach. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE Direttamente dal torneo di tennis Master di Montecarlo, la Maserati MC20 Cielo approda a Vicenza Classic Car Show, primo Salone italiano che la ospita. L'esemplare unico è realizzato da Maserati Fuoriserie, il programma di personalizzazione su misura del brand e il Centro Stile della Casa di Modena. La personalizzazione stilistica è stata effettuata interamente a mano: accenti colorati come il logo Maserati giallo, le razze dei cerchi multicolore, la grafica sulla tinta carrozzeria blu scuro e all'interno, tra rivestimenti in pelle e scamosciato blu, spicca la fibra di carbonio anch'essa in gradazioni di blu sul volante. Una vera opera d’arte i cui colori e geometrie stilistiche richiamano l’astrattismo di Maestri del calibro di Modrian, Kandinskij, Malevic. Sempre nel l Padiglione 7 l’imperdibile esposizione della 777 Collection di Andrea Levy con modelli unici da batticuore. Due le vetture che risalgono al periodo della Yellow 777 Collection: la Ferrari SF90 da 1000 CV e la Porsche GT3 RS. In tema di grandi alettoni, la Porsche 992 GT3 RS ultimissima versione, la più sportiva tra le Porsche 911 e la Radical RXC Spyder. A queste si affianca anche la Jannarelly- Design 1, la prima auto consegnata da parte di Jannarelly, ispirata alle vetture degli anni ’60 e dotata di moderno motore V6 di origine Nissan 3500 cc e 320 CV con un peso di soli 810 Kg. Da Villafranca di Verona, il Museo Nicolis, noto per una delle più suggestive esposizioni private del mondo attraverso 10 collezioni che testimoniano l’ingegno umano e narrano della storia dell’auto, della tecnologia e del design, porta a Vicenza Classic Car Show (Padiglione 7) un’esclusiva rassegna di rari capolavori che interpretano il sogno americano dai ruggenti anni ’20 fino agli anni ’50 in un’esposizione pop. Dalla Ford Thunderbird del 1955, protagonista di famose pellicole cinematografiche come “Thelma e Louise”, “Grease”e “American Graffiti”, ad una bicicletta Five Star Superb, classe 1950, fino ad un’eclettica Ford model T dotata di sci del 1923, insieme a molti altri capolavori. Tesla propone due dei suoi modelli di punta nell’area test drive esterna al Padiglione 7: la berlina Mod

Download
CONCORSO DI ELEGANZA (EX CONCORSO DI ELEGANZA E STILE DEL XX SECOLO.)2024.
RITORNA IL 13 E 14 APRILE IL NUOVO CONCORSO DI ELEGANZA SEMPRE A VILLA REALE ORGANIZZATO DAL M.A.M.S. E DAL CLUB MOTO MERATE. DOPO IL COVID RITORNA QUESTA VOLTA PATROCINATO DALL'ASI. COME GLI ANNI PRECEDENTI SAREMO PRESENTI PERER LE REGISTRASIONI VIDEO DEL CONCORSO.
PROGRAMMA CONCORSO DI ELEGANZA 2024.pdf
Documento Adobe Acrobat 482.1 KB

                                     Arriva Vicenza Classic Car Showenza Classic Car Show.

  Dal 19 al 21 aprile prossimi alla Fiera di Vicenza la prima edizione dell’imperdibile appuntamento primaverile per gli appassionati di motori d'epoca e contemporanei Vicenza, 28 febbraio 2024 – Vicenza Classic Car Show sarà il grande evento di primavera per chi ama i motori, d'epoca e contemporanei. Si arricchisce quindi il calendario delle manifestazioni fieristiche di Italian Exhibition Group (IEG): da venerdì 19 a domenica 21 aprile, nei padiglioni della Fiera di Vicenza di IEG, si potrà ammirare un’esclusiva esposizione di tutto il meglio del settore di auto classiche e sportive. Accanto ai marchi storici che hanno fatto la storia dell’automobilismo, l’esposizione e la vendita dei modelli d’epoca, e non solo, a cura dei più importanti operatori del settore e una selezionata offerta di ricambi ed accessori per ogni esigenza. Previsti incontri e dibattiti per raccontare tutto il meglio del motorismo storico. UNA RICCA ESPOSIZIONE Storia, tradizione, cultura e fascino senza tempo saranno tra gli ingredienti vincenti della prima edizione di Vicenza Classic Car Show. Un percorso espositivo atto a valorizzare la memoria storica dei brand automobilistici riunendo in un unico contesto collezionisti, appassionati di motori e semplici curiosi, forse alla ricerca di un’occasione imprevista, che si faranno guidare dal cuore. Il passato, il presente e il futuro dell’automobile s’incontreranno alla Fiera di Vicenza di IEG: dalle vetture classiche dall’appeal intramontabile, passando per le accattivanti Youngtimer, fino ai pezzi unici che saranno le star di domani. ASTA WANNENES Il nuovo evento Vicenza Classic Car Show inaugurerà alla grande, con una prestigiosa asta di auto e motociclette storiche e da collezione della nota Casa d’Aste Wannenes che si svolgerà sabato 20 aprile, con la preview dei lotti, di cui alcuni si preannunciano di eccezionale valore, già visionabili da venerdì 19 aprile, giornata inaugurale della manifestazione. AMPIO SPAZIO PER ESPOSIZIONE E VENDITA DEI PRIVATI Un’ampia area sarà riservata ai privati per l’esposizione e vendita di auto d’epoca: un’occasione preziosa per visitatori curiosi, appassionati ed anche per i neofiti del mondo delle classic cars che potranno scegliere tra proposte accessibili per ogni portafogli. MERCATO DI RICAMBI E ACCESSORI Una vasta scelta di accessori d’epoca, pezzi di ricambio originali, modellini di auto, ma anche manualistica, pubblicazioni e editoria specializzata. CLUB E REGISTRI Un’occasione di incontro e confronto tra car lovers e addetti ai lavori con una nutrita presenza di club forti sul territorio che vantano un significativo numero di membri iscritti. La nuova manifestazione si presta ad essere il contesto ideale per ricevere consigli dagli esperti prima di iniziare un restauro, o indicazioni per valutare un acquisto, oltre ad informazioni su certificazioni e iscrizioni ai registri. RADUNI Gli Organizzatori stanno collaborando con i Club e le Riviste specializzate di settore per calendarizzare al meglio un fine settimana emozionale, all’insegna dell’incontro e dello scambio di fronte ad una esposizione statica e dinamica dei migliori testimoni del comparto Classico e Youngtimer. Appuntamento, dunque, ad aprile prossimo, con la prima edizione di Vicenza Classic Car Show, una nuova e imperdibile occasione per condividere la passione per le auto classiche e per il collezionismo in un hub emozionale che celebrerà l’amore per il bello. L’inedita manifestazione primaverile promette di portare una ventata di freschezza, grazie all’appassionata contaminazione tra passato, presente e futuro scaldata dalla comune passione per la cultura dell’automobile, per l’eleganza, per l’esclusività e per le emozioni forti che riesce a suscitare. Le prevendite per Vicenza Classic Car Show sono ufficialmente aperte. I biglietti si possono acquistare sul sito ufficiale della manifestazione: vicenzaclassiccarshow.com. ORARI E INFO Vicenza Classic Car Show sarà aperto Venerdì 19 aprile, Sabato 20 e Domenica 21 aprile con orario: 09.30- 19.00. COME RAGGIUNGERE LA FIERA DI VICENZA sita in Via Dell’Oreficeria, 36100 Vicenza IN AUTO: il quartiere Fieristico Vicenza è a 400 metri dal casello Vicenza Ovest dell’Autostrada A4 Venezia – Milano. In Fiera ampia disponibilità di parcheggio. IN TRENO: Vicenza è sulla linea ferroviaria Venezia – Milano. Informazioni sull’orario dei treni: trenitalia.com; italotreno.it. Invalidi e disabili: ingresso gratuito anche per l’eventuale accompagnatore. I biglietti omaggio potranno essere ritirati direttamente presso la biglietteria collocata all’ingresso Ovest dopo aver presentato il tesserino di disabilità o invalidità. Ingresso cani: è consentito con guinzaglio. Se di taglia medio/grande è necessaria anche la museruola.

                                               LO SPECCHIETTO DELLE ALLODOLE.

        Vi vogliamo parlare dell'acquisto di macchine all'interno della EU. Sembra facile no? Ogni giorno i media parlano di Bruxelles della EU. Tutti amici tutto digitale ,quindi una cosa semplice a prezzi scontati a volte anche del 20 o 30%. Pensate sia facile, pensate di fare un bell'affare? Vi raccontiamo ora cosa è successo al nostro amico Gigi.

Giggi guardando in internet in uno dei siti più specializzate nella vendita di auto usate trova la macchina dei suoi sogni, una Ferrari d'epoca da un rivenditore tedesco ad un prezzo incredibile! E' un bell'affare confrontando i prezzi di vendita della stessa macchina in Italia pensa Gigi. Ma non è uno sprovveduto a tante amici nel settore auto storiche e parte con le telefonate ad alcuni amici i quali gli dicono che è un affare, che in effetti le macchine in Germania costano meno in quanto avendo l'IVA al 19% e vere agevolazioni fiscali sulle macchine nuove i tedeschi cambiano molto di frequente la auto. Convinto Gigi contatta una concessionaria tedesca della zona del venditore che fortunatamente parla italiano e tramite un amica che parla tedesco contatta il venditore e fissa il giorno di trasporto dell'auto dal concessionari Ferrari per il test 203, che fa la Ferrari e la Porshe facendo appunto 200 test sulla vettura nonché la cronistoria della macchina.Il vednitore chiede il carroztressi in quanto a suo dire la macchina ha la gomme estive e non può circolare.Ricordiamo che in Germania sono molto severi e possono arrivare anche al fermo della macchina oltre la multa. Bene Gigi a questo punto fa le ricerche su internet e va alla motorizzazione della sua città, dove gli addetti ,che ricevono solo fino alle 12 e solo tre giorni la settimana lo trattano a pesci in faccia, tanto sono gli dei caduti dal cielo a decidere o meno l'immatricolazione per il povero Gigi. Dopo essere andato per ben 3 volte raccogliendo a spizzichi e bocconi e recatosi in un altra città sempre della sua provincia, chiede consiglio aall'ACI .dove gli dicono che per 600Euro fanno le pratiche loro .Capisce così la documentazione che bisogna portare. Il contratto di vendita , il Teg1 e Teg 2 (il cossispettivo nostro libretto di circolazione ), il CEO. che è il certificato ambientale da richiedere a qualunque concessionario in questo caso Ferrai, dove si indica l'appartenena della macchina ,per intenderci se EURO 1 , o 2 o benzina o disel , insomma per capire se può circolare o meno nei giorni feriali. Prosegue poi nelle indagini e scopre che per immatricolare la macchina bisogna andare all'agenzia delle Entrate del proprio distretto(solo l'ACI di roma tel. 06-39743450)può andare all'agenzia delle Entrate ma solo per i residenti di Roma. Gigi si reca nel monastero delle agenzie delle entrate e riesce a carpire alcune informazioni, il tutto fattibile in circa un mese,tra prenotazioni e documentazione per l'ok. Capisce che bisogna portare l'atto di vendita , la copia del pagamento e la fattura del trasporto auto.) Il tutto per controllare l'applicazione o meno dell'IVA in quanto non viene applicata solo se la vendita avviene tra privati con pagamento alla persona fisica che deve essere un privato e non un concessionario o rivenditore. Trova poi una bisarca per soli 1,400 Euro , prepara poi con cura gli albergi i voli aerei ed i treni e prepara la valigia per la grande occasione. Fortunatamente la macchina arriva alla concessionaria con un giorno di anticipo e Gigi la contatta telefonicamente per chidere di preparare il famoso CEO. Ambientale e scopre così che non lo possono rilassciare in quanto la macchina proviene dagli stati Uniti e quindi con parti della macchina diverse da quelle europee. Gigi ferma tutto e scrive che non compra la macchina al rivenditore. Poco dopo con WAZZAP IL GENTILISSIMO direttore della concessionaria tedesca manda a Gigi le foto rinvenute dall'archivio Ferrari della macchina con tutto il davanti incidentato e capisce quindi il giro maldestro, fatto dal rivenditore. Negli USA. La legge prevede che le macchine con incidenti gravi non possono più circolare nel paese e vengono demolite le targhe. Conclusione queste macchine vengono comprate dagli onesti commercianti ,per poche lire importate in Germania come pezzi di ricambio, con un ridotto pagamento alla dogana, rimmatricolate a nome di una persona tedesca, rimesse a posto non si sa in quale maniera, e vendute con un chilometraggio fasullo e con l'anno di immatricolazion tedesca. Questo è l'affare che stava facendo Gigi! Quindi valutate voi stessi se vale la pena o meno comprare auto nella EU.

Il tutto tra l'altro , tra immatricolazione e CRS , se volete farla storica, in un tempo di 2 mesi con un esborso di circa 1200 Euro, oppure 5/6 mesi.

 

A voi le conclusioni!  

ECCO I  VIDEO  DA NOI PRODOTTI ALLA  FIERA  DI  MILANOAUTOCLASSICA                                                      2023.





Clicca sulla  foto  per  il  programma